Pinacoteca Nazionale di Bologna

mostre in corso: 1

La Collezione permanente

La Pinacoteca di Bologna è nata nel 1808 come quadreria dell’Accademia di Belle Arti.

L’itinerario di visita si snoda a partire dalle ricche testimonianze del Trecento bolognese, con opere di Vitale da Bologna e di Simone dei Crocefissi, il polittico di Giotto e gli affreschi provenienti dalla chiesetta di Santa Maria di Mezzaratta. Il Rinascimento è testimoniato dai ferraresi Francesco del Cossa ed Ercole Roberti e dal bolognese Francesco Francia. Dopo i capolavori di Raffaello (Estasi di Santa Cecilia) e Parmigianino (Pala di Santa Margherita), il percorso conduce alla riforma di fine Cinquecento, testimoniata dalla consistente produzione dei Carracci, e alla pittura del Seicento emiliano rappresentata da opere di Guido Reni, Domenichino, Francesco Albani, Alessandro Tiarini e Guercino. L’itinerario si conclude col Settecento multiforme di Giuseppe Maria Crespi, di Donato Creti e dei fratelli Gaetano e Ubaldo Gandolfi.

il martedì e il mercoledì dalle 9 alle 14, dal giovedì alla domenica e festivi dalle 10 alle 19 (ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura)
intero 6 €, ridotto 2 € (dai 18 ai 25 anni), gratuità previste per legge

Mostre temporanee in corso e in programma

Education

La Pinacoteca propone una serie di percorsi educativi a titolo gratuito differenziati in base alle fasce d’età e ai destinatari (scuole primarie e secondarie di I e II grado) realizzati in collaborazione con il Dipartimento di Comunicazione e Didattica dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Ogni proposta prevede l’ausilio di materiali e supporti appositamente predisposti per accompagnare e stimolare studentesse e studenti alla scoperta e all’apprendimento.

I percorsi sono il frutto di un’intensa attività di formazione che coinvolge i docenti, le studentesse e gli studenti dell’Accademia e professionisti del settore in sinergia con i Servizi Educativi del museo.

Un’occasione per avvicinarsi al patrimonio artistico della Pinacoteca attraverso percorsi educativi dove l’incontro con l’arte diventa un’esperienza conoscitiva e creativa per rileggere e interpretare il mondo che ci circonda. I percorsi sono gratuiti ma è obbligatoria la prenotazione (pin-bo.servizieducativi@cultura.gov.it, pin-bo.didattica@cultura.gov.it)