Pinacoteca di Brera

mostre in corso: 1

La Collezione permanente

La Pinacoteca di Brera fu ufficialmente istituita nel 1809. Una prima eterogenea raccolta di opere esemplari era già presente dal 1776 con finalità didattiche, a fianco dell’Accademia di Belle Arti voluta da Maria Teresa d’Austria. Quando Milano divenne capitale del Regno Italico la raccolta, per volontà di Napoleone, si trasformò in un museo, un «petit Louvre» dove s’intendevano esporre i dipinti più rilevanti provenienti da tutti i territori conquistati dalle armate francesi.

A differenza di altri grandi musei italiani, come gli Uffizi, Brera non nasce dal collezionismo privato dei principi e dell’aristocrazia, ma da quello politico e di stato. Dai primi anni dell’Ottocento, anche in seguito alla soppressione di molti ordini religiosi, vi confluirono i dipinti requisiti da chiese e conventi. Questa nascita spiega la prevalenza nelle raccolte dei dipinti sacri, spesso di grande formato e conferisce al museo una fisionomia particolare, solo in parte attenuata dalle successive acquisizioni.

dal martedì alla domenica, dalle 08.30 alle 19.15 (ultimo ingresso alle 18.00)
intero € 15; ridotto € 10

Mostre temporanee in corso e in programma

– 22 Nov 2022

Decimo Dialogo. Gli Angeli ribelli di Osvaldo Licini, e i dipinti nascosti

Education

La didattica della Pinacoteca di Brera

è volta a fare del museo un ambiente educativo stimolante, informale e adatto al più ampio numero possibile di persone.

La varietà dell’offerta mira a far conoscere le opere da più punti di vista: si propongono visite guidate a tema, come quelle su Licini, e si favorisce la partecipazione autonoma del pubblico che, scegliendo tra i materiali utili, può visitare il museo come più desidera. (pinacotecabrera.org/educazion/tutte-le-proposte/). Grazie

al kit e alle panche DisegnaBrera, ad esempio, si può disegnare davanti ai dipinti; le didascalie, diverse per tipologie e target, offrono spunti di riflessione originali; i bassorilievi consentono di conoscere le opere con il tatto; la valigia Piera, ricca di strumenti didattici, favorisce un approccio ludico che coinvolge tutta la famiglia. Inoltre è possibile farsi guidare tra le sale dalle

audioguide o dalla guida Museo per tutti, scritta in linguaggio specia