Palazzo Reale di Napoli

mostre in corso: 1

La Collezione permanente

Il palazzo fu costruito nel 1600, destinato alla residenza dei viceré spagnoli fino al 1734, quando divenne la sede ufficiale del re di Napoli, Carlo di Borbone. Nel periodo napoleonico (1805-16) la reggia fu abitata da Giuseppe Bonaparte e poi da Gioacchino Murat, al quale l’imperatore aveva affidato il regno di Napoli. In seguito rientrò a Napoli Ferdinando di Borbone con il titolo di re delle Due Sicilie. L’aspetto attuale della reggia si deve a radicali interventi realizzati in seguito a un incendio nel 1837. Nel 1860 il palazzo passò ai Savoia, vi nacque Vittorio Emanuele III che, nel 1919 rinunciò al Palazzo cedendolo al Demanio.

Il Palazzo Reale, riconosciuto nel 2019 museo autonomo di rilevanza nazionale, ospita la Biblioteca Nazionale e le Sovrintendenze di Napoli e dalla città metropolitana. All’interno del Palazzo si può visitare l’Appartamento Storico al quale si accede tramite il maestoso Scalone d’Onore. L’Appartamento è composto da oltre 30 sale tra cui il Teatro di Corte, la Sala del Trono e la Cappella Reale, che racchiudono arredi e dipinti della Collezione borbonica. Al termine del percorso si trova la Galleria del Genovese, il nuovo spazio espositivo, ristrutturato e reso accessibile dal dicembre 2021. Nell’Ottocento costituiva il collegamento per consentire ai sovrani di accedere direttamente al Teatro di San Carlo.

All’ esterno del palazzo è possibile visitare il Cortile d’Onore, il Cortile delle Carrozze, il Cortile del Belvedere e il Giardino Pensile, che offre una veduta panoramica del golfo di Napoli e del Vesuvio. Dal Cortile d’Onore si può accedere anche al Giardino Romantico, dove c’è l’ingresso della «Galleria del tempo», il percorso multimediale nella storia di Napoli allestito nelle Scuderie Borboniche.

Appartamento Storico dalle 9.00 alle 20.00 (ultimo ingresso alle 19.00; Cappella Reale e retrostanze dalle 12.30 alle 15.45), chiuso il mercoledì. Giardino Romantico dalle 9.00 fino alle 16.30 (da novembre a gennaio), fino alle 17.30 (febbraio), fino alle 18.00 (marzo e ottobre), fino alle 19.00 (aprile e settembre), fino alle 20.00 (da maggio ad agosto) chiuso il mercoledì. Galleria del Tempo dalle 10.00 alle 17.00 (ultimo ingresso alle 16.00) chiuso il mercoledì. Giardino Pensile lunedì, martedì, giovedì e venerdì (15 minuti) alle 13.00 e 15.15, sabato alle 13.00 e 14.30, domenica alle 15.15, con visite guidate (durata 40 minuti) il sabato alle 17.00 e 17.45, la domenica alle 11.00, 11.45 e 12.30, chiuso il mercoledì e le domeniche gratuite
Appartamento Storico e Galleria del Tempo, intero 10 €, ridotto 2 € (dai 18 ai 25 anni), gratuito under 18; Giardino Romantico, gratuito; Giardino Pensile: visite accompagnate 2 €, visite guidate 5 € (su prenotazione)

Mostre temporanee in corso e in programma

– 10 Gen 2022

Don Chisciotte tra Napoli, Caserta e il Quirinale: i cartoni e gli arazzi

palazzorealedinapoli.org/evento/don-chisciotte-tra-napoli-caserta-e-il-quirinale-i-cartoni-e-gli-arazzi/

Education

In programma vi sono visite guidate alla mostra «Don Chisciotte tra Napoli, Caserta e il Quirinale: i cartoni e gli arazzi», nella Galleria del Genovese, a cura dell’Istituto Cervantes, per valorizzare l’esposizione temporanea in corso a Palazzo Reale. Visite guidate gratuite ai laboratori di restauro e ai depositi, a cura dei Servizi Educativi del Museo, per rendere fruibili gli ambienti normalmente chiusi al pubblico.

Itinerari tattili, su prenotazione, per non vedenti e ipovedenti e video in L.I.S. presso la sala DAI (Didattica-Accessibilità-Inclusione) a cura del personale specializzato dei Servizi Educativi del Museo. Nel periodo di Carnevale si svolgerà «Ballo a Corte», una visita teatralizzata a cura della Cooperativa Le Nuvole, iniziativa per le famiglie e per i bambini. E infine, redazione di rubriche sulle collezioni storico-artistiche, pubblicate ciclicamente sui canali social di Palazzo Reale.