Museo Paleocristiano di Aquileia

La Collezione permanente

L’edificio che dal 1961 accoglie il Museo Paleocristiano è collocato nel borgo di Monastero, nella zona settentrionale del moderno abitato di Aquileia. Il Museo sorge sul luogo di una delle basiliche cristiane dell’antica città romana, di cui si conservano le strutture risalenti alla fine del IV secolo d.C. L’antico luogo di culto cristiano lasciò successivamente posto alla chiesa di un monastero benedettino femminile; alla fine del XVIII secolo fu trasformato nell’edificio per la vinificazione di un’azienda agricola, sino alla fortuita riscoperta dei resti archeologici e all’avvio di indagini estensive che hanno condotto alla sua musealizzazione.

Dell’antica basilica cristiana è possibile ammirare, all’interno dello spazio museale, l’intero pavimento musivo, decorato da raffinati motivi geometrici e iscrizioni con i nomi dei donatori che parteciparono alla sua realizzazione. Nel Museo sono esposti anche numerosi lacerti musivi di età tardoantica, frammenti architettonici e sculture risalenti all’età cristiana e medievale, oltre alla ricca collezione di iscrizioni funerarie di età cristiana rinvenute ad Aquileia, ospitate nel soppalco del secondo piano. Da questo ricco patrimonio di testimonianze in lingua latina e greca è possibile ricostruire un vivace spaccato della società aquileiese del IV e V secolo d.C.

sabato mattina dalle 8,30 alle 13,30 (l’orario di può variare su base stagionale, verificare sul sito); giorni feriali previa prenotazione telefonica o via email
gratuito

Education

Le attività educative e le iniziative rivolte alle diverse categorie di pubblico rientrano nel piano delle attività educative del Museo archeologico nazionale di Aquileia, con il quale il Museo Paleocristiano condivide direzione, personale e Servizio Educativo (cfr. scheda dedicata).