Museo Palazzo Besta

mostre in corso: 2

La Collezione permanente

Palazzo Besta è un palazzo rinascimentale con gli interni decorati con cicli di affreschi a soggetto biblico, mitologico e storico risalenti al Cinquecento. Il Palazzo fu edificato inglobando edifici preesistenti a partire dalla seconda metà del Quattrocento per volere di Azzo I Besta, che morì prima del completamento dell’opera. Furono quindi il figlio Azzo II e la moglie Agnese Quadrio a dare impulso alla decorazione pittorica e a trasformare il Palazzo in una corte rinascimentale che ospitò artisti, letterati e filosofi.

Il Palazzo si sviluppa in un progetto unitario a partire dalla corte, è di forma cubica, si eleva su due piani, con due ordini di arcate sorrette da colonne. Il loggiato superiore è affrescato con storie dell’Eneide, mentre 21 episodi tratti dall’Orlando Furioso di Lodovico Ariosto decorano le pareti del Salone d’Onore al primo piano. La Sala della Creazione ospita un ciclo di affreschi con storie della Genesi.

Al secondo piano del Palazzo sono collocati due cicli di affreschi staccati e una stüa rinascimentale, provenienti da tre diverse dimore valtellinesi. Al piano terra è allestito l’Antiquarium Tellinum, una raccolta di stele preistoriche incise, attribuite all’Età del Rame (III millennio a.C.) e rinvenute in varie località del territorio di Teglio.

Acquistato dallo Stato italiano nel 1911, è aperto al pubblico come Museo dal 1927. Dal 2015 il Palazzo è affidato alla gestione della Direzione regionale Musei Lombardia.

dal lunedì alla domenica dalle 10.15 alle 12.45 e dalle 14.15 alle 16.45 (chiusura biglietteria alle 16.15)
intero 4 €, ridotto 2 € (dai 18 ai 25 anni)

Mostre temporanee in corso e in programma

– 06 Apr 2023

Carlo V, dagli Uffizi a Palazzo Besta

Il grande «Ritratto dell’Imperatore Carlo V», attribuito a Tiziano e alla sua bottega e patrimonio della Galleria degli Uffizi, è esposto a Palazzo Besta, nel Salone d’Onore, in un confronto con il ritratto dello stesso imperatore affrescato nel Salone d’Onore del Palazzo. L’eccezionale prestito avviene nell’ambito del progetto del Ministero della Cultura «Cento opere d’arte tornano a casa», che ha portato cento opere custodite nei depositi di quattordici tra i musei più importanti d’Italia nelle sale di musei più piccoli o meno noti. La mostra è articolata in un percorso scandito da pannelli che illustrano la figura dell’imperatore e ne consentono l’inquadramento anche con gli altri personaggi: Ariosto, l’Aretino, Erasmo da Rotterdam e gli stessi padroni di casa, Azzo II Besta e la moglie Agnese Quadrio, espressione di una vera e propria corte rinascimentale.
– 15 Dic 2022

La Valtellina in Giro

La mostra racconta per immagini il rapporto che da più di 80 anni lega le montagne della Valtellina e il Giro d’Italia. Organizzata in concomitanza con il passaggio della corsa rosa a Teglio, «La Valtellina in Giro» espone, nelle antiche cantine in pietra del Palazzo, i lavori di due coppie di fotografi: Jered Gruber e Ashley Gruber (Gruberimages.pro), Eloise Mavian e Francesco Rachello (Tornanti.cc).

Education

I servizi educativi della Direzione regionale Musei Lombardia propongono e realizzano, insieme alla Direzione del Museo, attività e progetti educativi da svilupparsi in collaborazione con le istituzioni scolastiche del territorio.

Il programma delle attività educative per l’anno scolastico 2022-23 è in corso di definizione.

Nel corso dell’anno scolastico 2021-22 è stato realizzato un PCTO (Percorso per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) con il Liceo Scientifico Donegani di Sondrio, durante il quale gli studenti hanno potuto seguire un percorso di lezioni partecipate e incontri con associazioni locali e con esperti della comunicazione. Gli studenti hanno quindi realizzato per i canali social del Museo una serie di video che raccontano, con un taglio ironico e spigliato, le storie di alcune scene affrescate del Salone d’Onore.

In occasione della mostra dedicata a Carlo V sono programmate visite con attività laboratoriali per ragazzi e famiglie su alcuni dei temi principali legati al ritratto del sovrano. Il pubblico può inoltre approfondire la conoscenza dell’imperatore e osservare i dettagli del suo ritratto attraverso alcune schede didattiche liberamente fruibili all’interno degli spazi del museo.

In occasione di particolari giornate o appuntamenti ricorrenti (Giornate Europee del Patrimonio, la Giornata delle Famiglie in Museo o il Festival Fabriano, ecc) vengono proposte attività mirate a pubblici specifici.

Palazzo Besta, inoltre, è un museo Family & Kids Friendly: il Museo aderisce al progetto Nati con la Cultura, che propone spazi ed attività a misura di famiglie con bambini anche molto piccoli.