Museo Nazionale d’arte medievale e moderna della Basilicata

mostre in corso: 3

La Collezione permanente

Il Museo di Palazzo Lanfranchi ospita tre principali collezioni, quella di Arte Contemporanea, quella di Arte del Territorio e la Collezione D’Errico. La sezione «Arte del Territorio» illustra il percorso storico e artistico della Basilicata dal Medioevo al Settecento attraverso affreschi, dipinti su tela e su tavola, sculture lignee e lapidee. La Collezione Camillo d’Errico di Palazzo San Gervasio è una delle più consistenti raccolte di opere d’arte in Italia meridionale, unico esempio di collezionismo privato in Basilicata. È costituita da 304 dipinti e 608 opere di grafica ed è centrale rispetto allo studio della pittura sviluppatasi tra l’eredità del naturalismo caravaggesco e il tardo barocco settecentesco in Italia Meridionale.

Nella sezione Arte contemporanea è esposta una selezione di dipinti di Carlo Levi (1902-75) medico artista, scrittore e intellettuale di grande rilievo nel panorama politico e culturale italiano del XX secolo, che strinse un forte legame con la Basilicata, dove nel 1935-36 trascorse nove mesi di esilio a seguito della sua attività antifascista. Suo in esposizione permanente il grande dipinto «Lucania ‘61», commissionato a Carlo Levi per rappresentare la Basilicata nella grande Mostra delle Regioni allestita a Torino nel 1961 per il centenario dell’Unità d’Italia. Segue una selezione di dipinti di Luigi Guerricchio (Matera 1932-96). Le opere esposte, disegni, dipinti, xilografie e una opera in cartapesta, sono espressione della lunga e feconda attività del pittore materano, fortemente ispirata dalle immagini e dai paesaggi a lui familiari.

Anello di congiunzione con la moderna realtà del contesto territoriale è la sezione fotografica, allocata al piano terra, che ospita le fotografie di Francesco Radino, Mario Carbone, Mario Cresci, Armin Linke, Luciano e Marco Pedicini.

dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 20,00 (chiuso il martedì)
intero 5 €; ridotto 2 € (da 18 a 25 anni, studenti), gratuito under 18, militari, forze dell’ordine, giornalisti, accademici

Mostre temporanee in corso e in programma

– 06 Nov 2022

Hostia. Pier Paolo Pasolini

museonazionaledimatera.it/
– 07 Nov 2022

Diabolik: Enigma al Museo di Palazzo Lanfranchi

museonazionaledimatera.it/
– 31 Mar 2023

Il mio nome è Renato Casaro

Nata dalla collaborazione tra il Museo Nazionale di Matera, la Direzione regionale Musei Veneto, l’Associazione Tapirulan e il Matera Film Festival, la mostra, curata da Chiara Matteazzi e Fabio Toninelli, celebra Casaro con un’esposizione di 100 opere tra originali e manifesti realizzati dagli anni ’50 ad oggi.

Education

Il Museo nazionale di Matera promuove attività educative e di valorizzazione del proprio patrimonio, favorendo il coinvolgimento di giovani in età scolare in differenti fasce di età. In collaborazione con associazioni culturali del territorio si svolgono laboratori e attività didattiche finalizzati alla conoscenza del patrimonio e delle collezioni del Museo, attraverso tematiche archeologiche, storico-artistiche e sociali.

Il Museo Nazionale di Matera promuove e accoglie progetti di ricerca scientifica e tecnica, stipulando accordi con Università (laurea triennale, laurea magistrale, scuola di specializzazione, scuole di dottorato) e altri enti di ricerca (Ècole Francaise de Rome, Scuola di Alta Formazione e Studio di Matera dell’Istituto Centrale del Restauro), mirati alla valorizzazione delle proprie collezioni e con una ricaduta di conoscenze anche sul pubblico, e promuove convenzioni per progetti di PCTO rivolti agli studenti della scuola secondaria di secondo grado.