MuNDA – Museo Nazionale d’Abruzzo

mostre in corso: 2

La Collezione permanente

Il Museo Nazionale d’Abruzzo conserva una significativa collezione di opere dal Medioevo all’Età Moderna, reperti archeologici provenienti dai territori italici e romani della conca aquilana, beni demoetnoantropologici e numismatici che testimoniano la storia e l’identità della cultura regionale.

La Collezione è divisa in sezioni cronologiche, che spaziano dal Calendario amiternino alle sculture lignee medievali e alle tavole dipinte di soggetto mariano,  fino al «Trittico di Beffi», capolavoro del tardogotico abruzzese. L’oreficeria è presente con le croci astili di Nicola da Guardiagrele, il più importante orafo abruzzese del XV secolo. Da segnalare inoltre «La Madonna del Rosario» di Saturnino Gatti, tra le opere più rappresentative del Rinascimento aquilano. E, ancora, il Seicento con opere di Mattia Preti e l’Ottocento con «I Morticelli» di Francesco Paolo Michetti.

La sede storica originaria del Museo, il Castello Cinquecentesco, è attualmente chiusa per lavori post sisma, sono state però  organizzate aperture straordinarie al celebre esemplare di Mammut in essa conservato e al sistema difensivo della Fortezza, con un’affluenza record di 32mila visitatori nel periodo gennaio-agosto.

dal martedì alla domenica 8,30/19,30 (ultimo ingresso ore 19)
4 € intero, 2 € ridotto, gratuito under 18 anni

Mostre temporanee in corso e in programma

09 Ott 2022

Capogrossi. Il segno nei musei e nelle istituzioni italiane

Il Museo Nazionale d’Abruzzo, in occasione dell’anniversario dei 50 anni dalla morte di Giuseppe Capogrossi 1900-72), ricorda uno dei padri della pittura informale e dell’arte italiana del Novecento prendendo parte alla mostra diffusa pensata dalla Fondazione Archivio Capogrossi, alla quale hanno aderito oltre 35 musei e istituzioni italiane che conservano nelle loro collezioni le opere dell’artista. Per questa occasione, dal 9 ottobre 2022, il Museo rende nuovamente visibile al pubblico l’opera Paesaggio (1949), evidenziata nel percorso espositivo all’interno della sala Francescana della sede dell’ex Mattatoio, accanto ad altri capolavori di periodi storici diversi appartenenti alla propria collezione.
05 Ago 2022

I tempi di Amiternum

La mostra allestita all’interno della sezione archeologica della sede di via Tancredi da Pentima del Museo Nazionale d’Abruzzo intende valorizzare uno dei monumenti epigrafici più importanti ritrovati in Abruzzo: il calendario di Amiternum.

Education

Il museo propone visite guidate curate dai funzionaria storici dell’Arte  del Museo; convenzione con l’Accademia delle Belle Arti dell’Aquila per la realizzazione di progetti specifici inerenti accesso, educazione e ampliamento della fruizione del patrimonio culturale; collaborazione al progetto educativo pcto (alternanza scuola lavoro) con il Liceo Classico Domenico Cotugno dell’Aquila per la conoscenza dell’arte nel territorio.