Gallerie estensi – Palazzo Ducale di Sassuolo

La Collezione permanente

Il Palazzo Ducale di Sassuolo è una delle più importanti residenze barocche dell’Italia settentrionale. Il suo aspetto attuale prese forma per volere del duca Francesco I d’Este, che nel 1634 incaricò l’architetto Bartolomeo Avanzini di trasformare l’antico castello di famiglia in una scenografica dimora extraurbana per la corte, affacciata su un immenso parco.

Pitture murali, decorazioni a stucco, sculture e fontane ancora oggi trasmettono il senso di questa «delizia» che si presenta come un insieme straordinariamente coerente, decorato nello spazio di pochi anni da grandi pittori come Jean Boulanger (di cui rimangono un capolavoro le storie nella Galleria di Bacco), oltre ad Agostino Mitelli e Angelo Michele Colonna, autori del vertiginoso illusionismo del Salone delle Guardie. Persino Bernini, da Roma, fu coinvolto nella progettazione delle imponenti fontane, di cui resta soprattutto quella con divinità marina realizzata dal suo fidato collaboratore Antonio Raggi.

dal martedì alla domenica e festivi dalle 10.00 alle 18.00
intero 6 €, ridotto 5 €, 4 €, 2 €, (Galleriapiù Sassuolo 10€)

Education

La vasta offerta didattica (55 itinerari diversi per le scuole che possono essere svolti anche online, oltre a percorsi specifici per le famiglie e gli adulti), vuole divulgare la conoscenza del ricchissimo patrimonio artistico e librario mettendo in risalto la sua eterogeneità e l’importanza per la storia culturale della nazione. Percorsi didattici e visite guidate mantengono una lettura trasversale ed interdisciplinare del patrimonio artistico-culturale del museo.

Gli itinerari didattici perle scuole integrano le esigenze degli alunni e le aspettative degli insegnanti, presentandosi come un utile strumento di approfondimento per i docenti e promuovendo un incontro attivo e interattivo con le ricche e complesse collezioni museali. Scopo delle attività educative è far vivere una reale e soddisfacente esperienza museale, attraverso un vero e proprio processo di alfabetizzazione che permetterà di comprendere in maniera sempre più autonoma il linguaggio artistico.